April 30, 2014

Written In Red, Anne Bishop


written in redHo scoperto per caso questo prima romanzo della serie “The Others” dell’autrice Dark Fantasy Anne Bishop. Dato il sovraffollamento del genere negli ultimi periodi, leggendo la sovracopertina di Written In Red, non mi aspettavo una grande lettura. E, invece, mi sono dovuta ricredere alla grande.

Il mondo in cui si muove la protagonista Meg Corbyn è un universo parallelo in cui una forza magica (Namid) governa la terra. Le creature più evolute non sono gli esseri umani ma licantropi, vampiri, elementali, e altre potenti creature magiche. I sapiens, quindi, non possono fare altro che obbedire alle regole dettate dagli Others e sperare di non essere divorati, dissanguati o spazzati via da tempeste, bufere o terremoti.

In questo “nuovo mondo”, gli Others vivono in villaggi ristretti, in cui l’ingresso e la presenza degli umani sono rigidamente controllati. Una sera, durante una bufera di neve, Simon Wolfgard, licantropo e leader di Lakeside, trova sulla sua porta l’infreddolita e spaventata Meg, chiaramente in fuga da qualcosa o da qualcuno e, contrariamente a quanto l’esperienza gli dice di fare, decide di accoglierla e offrirle il lavoro di intermediario tra Others e Umani.

Meg ha un segreto: è una cassandra sangue, un tipo di essere umano molto ricercato, capace di avere visioni del futuro, e tenuta segregata e prigioniera, insieme alle sue simili, e usata per guadagnare denaro in cambio di previsioni. Ma Meg riesce a fuggire, e si rifugia a Lakeside, l’unico luogo in cui la legge umana non può toccarla.

Meg è ingenua, non è mai stata fuori dalla sua prigione, e non sa nulla di come si viva o si lavori nel mondo reale ma è determinata a sopravvivere e a ritagliarsi il suo ruolo nel mondo. Non è una eroina con pistole, spade o super poteri offensivi, ma riesce ben presto a conquistare la comunità degli Others con la sua maniera alternativa di pensare e di portare cambiamento. Il ritmo del romanzo è lento come la neve che cade su Lakeside, ma al tempo stesso incalzante, e invoglia a girare pagina per sapere cosa succederà. Assolutamente sconsigliato a lettori giovanissimi e ad adulti impressionabili, per diverse scene abbastanza sanguinose. Anne Bishop non risparmia, infatti, alcun dettaglio sulla fine che fanno i sapiens che osano violare le regole imposte dagli Others. La drammaticità di queste sequenze è ben bilanciata dalla natura quasi comica di alcuni dei licantropi (non solo lupi, ma anche orsi, gufi e corvi) che mantengono alcune caratteristiche dell’animale in cui si trasformano.

Giù pubblicato anche il secondo romanzo della serie A Murder Of Crows.


Nessun commento, Commenta o Linka

Rispondi a “Written In Red, Anne Bishop”