March 26, 2014

The Iron Wyrm Affair [The Bannon & Clare Affairs], Lillith Saintcrow


IronWyrmAffairThe Iron Wyrm Affair è il primo libro della serie The Bannon & Clare Affairs, nonché anche il primo approccio al genere Steampunk da parte della prolifica autrice Lillith Saintcrow, già affermata best seller di Urban Fantasy.

Io e la Saintcrow siamo vecchie conoscenze, visto che sono un’appassionata lettrice delle sue serie su Dante Valentine, Jill Kismet e anche della serie Young Adult Strange Angels che firma con lo pseudonimo Lilly St.Crow. Una distinzione minima ma significtiva del nome dell’autrice, giustificata dal fatto che, sebbene i suoi romanzi per teenager non siano esattamente all’acqua di rosa, la sua fiction dedicata al pubblico adulto è decisamente ricca di violenza, sangue, gore e di protagonisti assolutamente imperfetti e ai margini della società, ma pronti a farsi letteralmente massacrare per difendere i più deboli.

Leggendo Lillith Saintcrow lo sporco, la sofferenza, il sudore e i sacrifici dei suoi personaggi sono così vividi, che generalmente evito di entrare in questo mondo nei periodi in cui sono particolarmente stanca o magari ammalata, per evitare di immedesimarmi nella loro stanchezza e disperazione.

Tornando a The Iron Wyrm Affair, è appunto il suo primo approccio con il genere Steampunk ed è stato decisamente un successo, tanto che la serie si è già guadagnata altri due capitoli. A differenza dei suoi romanzi Urban Fantasy, questo prende la consueta e tradizionale narrazione in terza persona, trasportandoci del mondo parallello di una Londinum con caratteristiche ottocentesche, a metà strada tra un Harry Potter vittoriano e uno sparatutto. Tra creature volanti, maghi, automi e negromanti, il libro è un susseguirsi di avventure mirabolanti, sparatorie e duelli di magia, il tutto rigorosamente ben educato e secondo la rigida etichetta vittoriana. Un contrasto che è una delle caratteristiche di base del genere, e che lo rende particolarmente gustoso nella costante ironia e nonsense.

I protagonisti sono Emma Bannon, strega di prima categoria, al servizio della regina Victrix, e Archibald Clare, un mentath, capace di deduzioni geniali al limite del soprannaturale. I due riluttanti partner dovranno, loro malgrado, unire le forze per scoprire il mandante degli efferati omicidi dei mentath non registrati di Londinum. L’indagine li porterà a reclutare dei partner poco raccomandabili, mentre resteranno sempre più invischiati in un intrigo di alto tradimento, cospirazione e stregoneria nera.

Il libro è divertente e coinvolgente dalla prima e l’ultima riga, uno di quei casi in cui l’avvicinarsi della fine del romanzo è per me un misto di eccitazione (perché non si può non continuare a divorarlo) e dispiacere (perché non si vorrebbe mai uscire dalla Londinum della Saintcrow).

In generale, consiglio vivamente di tenersi aggiornati sia sul profilo twitter che sul sito della Saintcrow, che arricchisce sempre i suoi post con l’ironia e il nonsense che caratterizza anche i suoi romanzi. Imperdibile la sua ossessione per gli scoiattoli, godibilmente raggruppata nella sezione SquirrelTerror.

 

 


Nessun commento, Commenta o Linka

Rispondi a “The Iron Wyrm Affair [The Bannon & Clare Affairs], Lillith Saintcrow”