Maya Angelou ha lasciato un grande vuoto nel mondo, sta a noi cercare di colmarlo. Ogni giorno


mayaangelou

Il 28 Maggio 2014 scompare Maya Angelou, autrice, poetessa, filantropa, attivista per i diritti civili, afroamericana, donna, essere umano. Maya Angelou ha lavorato con Martin Luther King, era amica di Malcom X, ha pronunciato il discorso inaugurale della prima presidenza Clinton, e ha ricevuto la Presidential Medal of Freedom dalle mani di Barack Obama.

La sua morte ha provocato uno tsunami emotivo nel mondo, perché al di là di 86 anni di vita pieni di viaggi, arte, battaglie per i diritti civili, poesie, libri e parole, Maya Angelou ha soprattutto toccato e cambiato la vita di migliaia di persone.

Non mi spenderò a ricapitolare la sua incredibile vita, basta un semplice colpo di clic per conoscere la straordinaria avventura di questa donna, preferisco ricordarla, per quello che è stata per me.



Scienza e arte sono poi così diverse? Il caso televisivo di Cosmos – Odissea nello spazio


Cosmos_spacetime_odyssey_titlecard

National Geographic Italia (canale 403 di Sky) sta trasmettendo Cosmos: Odissea nello spazio, una serie di documentari presentati dall’astrofisico americano Neil DeGrasse Tyson. La serie è prodotta, tra gli altri, da Seth McFarlane (celebre creatore delle serie animate American Dad, i Griffin, The Cleveland Show e regista dell’irreverente film Ted), con musiche del pluripremiato compositore Alan Silvestri (forse ve lo ricorderete per la colonna sonora di Forrest Gump).

Ogni puntata (se non le avete ancora viste consiglio vivamente di recuperarle) si sviluppa attorno ad un tema scientifico (l’elettromagnetismo, l’estinzione, la scoperta della nocività del piombo, ecc) e piuttosto che fare una cronistoria che spieghi fedelmente passo dopo passo l’argomento di cui si sta parlando, la narrazione procede a balzi, tra flashback e flashforward, come un film, con un alternarsi di spettacolari animazioni in CGI e sequenze a cartoni animati per raccontare la storia professionale e personale di dei vari scienziati/personaggi chiave dell’episodio.



Penny Dreadful, pilot


pennydreadfulParte Penny Dreadful una delle serie più attese del 2014. Horror, visivamente curatissima, con intepreti da cinema, prodotta dal regista Sam Mendes, e creata da un certo John Logan che ha firmato, tra le altre, la sceneggiatura dell’ultimo film di James Bond Skyfall.

Eva Green, Timothy Dalton (reso molto affascinante dall’avanzare dell’età), Josh Hartnett, Rory Kinnear e Billie Piper formano un cast stellare che promette grandi interpretazioni.

Il titolo, Penny Dreadful, si riferisce ad un certo tipo di letteratura di fine ottocento di genere prevalentemente horror che alla vendita costavano, appunto, un penny.