The Crazy Ones, pilot


cbs-the-crazy-onesQuando fu annunciato che Sarah Michelle Gellar aveva firmato per il pilot di una comedy, quelli di noi che ancora avevano sperato nella rianimazione di Ringer (anche se era terribile, non se ne poteva fare più a meno), dovemmo rassegnarci e contemporaneamente gioire perchè la Queen of Tv shows aveva finalmente una serie di (presunta) qualità da cui deliziarci. Il pilot è stato ordinato è così è andato onda sulla CBS il primo episodio di The Crazy Ones, protagonisti la nostra SMG e Robin Williams.



God Save The Queen (Immortal Empire), Kate Locke


GodSaveTheQueenScoprire una nuova autrice e una serie è sempre un’avventura particolare. Finire il libro e rendersi conto di non vedere l’ora di leggere il secondo della serie è un grande piacere.

E così è successo con God Save The Queen, primo capitolo della serie Immortal Empire, della scrittrice Kate Locke.

La scrittrice, americana ma decisamente anglofila, ha immaginato un mondo alternativo a metà tra l’Urban Fantasy e lo Steampunk, dando vita ad un romanzo pieno di azione, crimine, humor e una piccola dose di romance. Il risultato è un racconto incalzante, un libro difficile da mettere giù, capace di tenere svegli fino a tarda notte.

 



The Michael J Fox Show, Pilot


the-michael-j-fox-show-600-370Tra i grandi e attesi ritorni di questa stagione televisiva 2013/2014 c’è sicuramente quella di Michael J. Fox con l’omonimo The Michael J Fox Show.

Sebbene il beniamino delle comedy non sia mai stato del tutto lontano dalla tv dopo la diagnosi di morbo di Parkinson (lo abbiamo visto in Boston Legal, Scrubs, The Good Wife, tanto per citare alcune serie), questa è la prima volta che ritorna da protagonista dopo tanto tempo in un tv show che porta addirittura il suo nome.



Vestiti nuovi


E con oggi festeggiamo una nuova veste grafica, grazie alla mia dolce metà!

 

Buona lettura!



Libri e ebook: non possiamo volerci tutti bbbbene?


keep-calm-and-read-a-bookLo ammetto, sono una ex ebook scettica, ormai non tanto più anonima. Fino a poco tempo fa aborrivo l’idea di leggere i miei amati romanzi su un gelido reader tecnologico. Poi però ho osato provare qualcosa di nuovo e adesso vorrei solo che gli irriducibili della carta e gli amanti del Kindle facessero la pace.

Spesso mi imbatto in post di fanatici della lettura come me che rimarcano tutto quello che ci si perde non tenendo tra le mani un libro “vero”. E sono d’accordo. Un ebook non pesa, non ha profumi, non si sgualcisce mano a mano che lo leggi e rileggi. Non puoi metterci dentro il tuo segnalibro preferito o magari un fiore pressato. Gli ebook vengono da negozi virtuali online, per prenderli non entri dentro una libreria piena di copertine colorate. Non ti addentri in una biblioteca che profuma di pagine e carta.

E’ tutto vero. Tra i miei più bei ricordi ci sono le ore passate tra i miei libri a casa, in vacanza, in treno. Nelle librerie alla moda, in quelle più discrete. Nella biblioteca della facoltà, e ancora meglio dentro quel gioiello che è la Powell Library di UCLA.