Written In Red, Anne Bishop


written in redHo scoperto per caso questo prima romanzo della serie “The Others” dell’autrice Dark Fantasy Anne Bishop. Dato il sovraffollamento del genere negli ultimi periodi, leggendo la sovracopertina di Written In Red, non mi aspettavo una grande lettura. E, invece, mi sono dovuta ricredere alla grande.

Il mondo in cui si muove la protagonista Meg Corbyn è un universo parallelo in cui una forza magica (Namid) governa la terra. Le creature più evolute non sono gli esseri umani ma licantropi, vampiri, elementali, e altre potenti creature magiche. I sapiens, quindi, non possono fare altro che obbedire alle regole dettate dagli Others e sperare di non essere divorati, dissanguati o spazzati via da tempeste, bufere o terremoti.

In questo “nuovo mondo”, gli Others vivono in villaggi ristretti, in cui l’ingresso e la presenza degli umani sono rigidamente controllati. Una sera, durante una bufera di neve, Simon Wolfgard, licantropo e leader di Lakeside, trova sulla sua porta l’infreddolita e spaventata Meg, chiaramente in fuga da qualcosa o da qualcuno e, contrariamente a quanto l’esperienza gli dice di fare, decide di accoglierla e offrirle il lavoro di intermediario tra Others e Umani.



The Hollows Series, Kim Harrison


EVER-AFTER-by-Kim-HarrisonEver After è il libro numero 11 della serie “The Hollows” dell’autrice Kim Harrison (nom de plume di Dawn Cook). La Harrison è secondo la mia umilissima opinione una delle migliori autrici di Urban Fantasy, ma non solo. Credo che la sua capacità di costruire e raccontare personaggi le dia di diritto un posto tra i migliori romanzieri contemporanei, a prescindere dal genere.

L’universo in cui vivoni i personaggi di The Hollows è una realtà alternativa contemporanea. Qualche decina di anni fa, alcuni sperimentatori un po’ troppo innovativi, per errore rilasciano sul pianeta un virus che decima la popolazione umana e si propaga soprattutto attraverso l’ingestione di pomodori. Gli unici a non essere colpiti dalla malattia sono gli esseri soprannaturali: streghe, licantropi, fate, pixy e vampiri, che decidono, quindi, di uscire allo scoperto dopo millenni di segretezza per cercare di aiutare gli umani a rischio di estinzione.

Dopo anni di ripresa, dunque, il mondo è un luogo completamente diverso: le varie creature soprannaturali e gli umani convivono in buona armonia, pur con evidenti differenze di tradizioni, comportamenti e necessità.



Have yourself a purple little Christmas


PrintNon posso dire che Natale sia la mia festa preferita, ma è innegabile l’atmosfera che si crea in questo periodo dell’anno. Specialmente per chi, come me, soffre il freddo e il buio, le luci natalizie rappresentano la promessa del ritorno della luce dopo le notti così lunghe.

C’è di dice che è una festa consumistica, chi sostiene che in periodi di crisi come quello che stiamo vivendo è un’occasione fuori luogo. Comprendo il punto di vista. Ma secondo me, siamo noi che decidiamo che cosa farcene delle feste o di qualsiasi altra cosa nelle nostre vite. Se è consumistica è perché noi l’abbiamo resa tale.

E francamente, credo che sia proprio nei momenti più bui e difficili che abbiamo bisogno di luce, magia, di respirare gli stessi odori e sentire gli stessi suoni di quando eravamo bambini e se stavamo bene attenti potevamo persino sentire il suono della slitta di Babbo Natale che arrivava a portare i doni. Ed è con questo spirito che aspetto Natale ogni anno.

Ovviamente, essendo un blog su tv show e libri non potevo fare altro che augurare Buone Feste attraverso i miei media preferiti!



Tempt The Stars, Karen Chance


tempthestars2Tempt The Stars è il sesto libro che Karen Chance ha dedicato a Cassandra Palmer. Senza conoscerne il motivo, Cassie, dopo la morte improvvisa dei genitori ha sempre vissuto con i vampiri, fino a quando un giorno non decide di fuggire e fare perdere le sue tracce.

Quello che Cassie non sa è di essere una potenziale Pythia, figura tradizionalmente associata con l’Oracolo di Delphi, e in grado di manipolare lo scorrere del tempo.

Cassandra diventa allora una pedina contesa da vampiri, divinità di vari pantheon, demoni e maghi, in una lotta per il potere che dura da secoli.

Senza alcun addestramento nell’uso dei suoi poteri, e nessuna abilità offensiva, Cassie può solo fare affidamento sulla propria astuzia per sopravvivere agli attacchi di creature che camminano sulla terra da secoli.

Aiutata dal fantasma Billy Joe, il misterioso mago Pritkin e l’enigmatico vampiro Mircea, Cassie è costretta a mettere alla prova tutto quello che ha sempre creduto su se stessa.



Frost Burned, Patricia Briggs


frost_burned_big

Patricia Briggs è un’altra delle regine del Fantasy e dell’Urban Fantasy. Non si può dire di avere letto romanzi di questo genere se non si è divorata la serie di Mercy Thompson.

Frost Burned è il sesto libro dedicato a Mercedes ed è arrivato dopo molta attesa. C’è stato un hype talmente grande che a più di anno dalla pubblicazione il paperback e il kindle sono ancora a prezzo pieno da hardcover.

Patricia Briggs ha una predilezione per i shapeshifter e questa serie ne è un chiaro esempio. Mercedes “Mercy” Thompson fa il meccanico ed  appassionata di vecchie Volkswagen. Ma è anche una skinwalker, una creatura supernatural della tradizione nativa americana, capace di trasformarsi in un animale, nel suo caso un coyote. Cresciuta nel branco di werewolves di Bran, Mercy vive ai margini della società dei licantropi.

Anzi per la precisione è vicina di casa di Adam Hauptman, alfa del locale branco di licantropi e con il quale ha una relazione a dir poco conflittuale. Il suo migliore amico è Stefan, un vampiro con la passione per Scooby Doo e Buffy. Mentre il suo mentore è un anziano elfo, con una capacità particolare di lavorare il ferro.

Odiata dai vampiri per la sua capacità di vedere i fantasmi e quindi di scoprire i luoghi in cui riposano durante il giorno, Mercy non è ben voluta nemmeno dai licantropi alle cui regole fatica ad obbedire. Anche gli elfi, sempre sull’orlo di separarsi definitivamente dagli umani, non sono soggetti facili con cui convivere.

Ciononostante la natura particolare di skinwalker di Mercy la rende l’unica persona in grado di mediare i conflitti tra le comunità soprannaturali e risolverne i problemi.